domenica 30 dicembre 2007

Piero Ricca intervista i no bomb



L'amico tosto e barbuto pone domande a quattro esponenti del movimento "via le atomiche dall'Italia"

Niente urla e strepiti contro i mafiosi della casta questa volta, ma parole pronunciate con pacata mitezza dall'intervistatore e dagli intervistati, parole cariche però di contenuti e significati veramente angoscianti.

Un network di oltre trecento associazioni ha avviato una petizione per una proposta di legge a iniziativa popolare volta a liberare l'Italia dalle armi atomiche. Le interviste sul tema di Piero Ricca: Lisa Clark dei Beati Costruttori di Pace Massimo Aliprandini, della Lega per l'Obiezione di Coscienza Jan Tamas, portavoce del Movimento per il no alle basi Usa in Cecoslovacchia Alfio Nicotra, segretario regionale in Lombardia di Rifondazione Comunista

Invito alla visione della video intervista tratta da Arcoiris tv clicca sul LINK

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=8757&ext=_big.wmv

Invito inoltre a sostenere il movimento "un futuro senza atomiche"


3 commenti:

Nekradamus ha detto...

UN GRANDE DUEMILAOTTO A TE, COMPAGNO DELL'ETERE!

Zret ha detto...

Ci vorrebbe anche un sistema per liberarsi dalle armi... chimiche.

Ciao

clausneghe ha detto...

Grazie con ricambio, Nekra..

Ciao Zret...ovviamente che bisogna liberarsi dal chimico..

Ma le due cose sono legate e può darsi che sciolta una l'altra si allenti pure...non so se mi spiego..

Ma sarà dura,lo sappiamo.

 
http://www.net-parade.it/images/blogspotcom2.png