sabato 19 marzo 2011

Qual mal vento ci porti?

Mi autopubblico una bozza risalente a settimane fà,ma nondimeno attuale..

Questo vento di tumulto che soffia impetuoso tra le dune e oltre, dopo aver trascinato le polveri della confusione comincia ora a spazzarle via, disvelando all'occhio che vede, la sagoma della nuova Sfinge.
Che comincia a tingersi di rosso sangue, come era l'antico suo pigmento originale, sembra.
Gli eventi  stanno precipitando verso  il baratro della follia in armi, lo vediamo anche dagli ultimi sviluppi in Libia, dove un incartapecorito colonnello-divo barricato nel " bunker-tenda" protetto dai soliti militari fedeli, non esita a far bombardare a tappeto la massa dei sudditi manifestanti squartandoli in maniera preventiva, prima che essi riescano a mettergli le mani addosso, a  lui  e a tutta la sua tribù.
Evidentemente non ha capito bene che pistole, fucili  razzi e financo bombe d'aereo non vincono contro armi "esotiche" meglio sarebbe dire esoteriche, come twitter o faceb, specialmente quando a manovrarle sono nemici nuovi e -diciamo così- asimmetrici, come i personaggi trattati nel dettagliato articolo che leggerete cliccando su manovrarle, che si sono preparati e rifocillati per tempo in vista di questa conquista del mondo.
Usando tecniche inaudite di offensiva mediatica mischiata con  le dinamiche delle folle riescono a ribaltare i poteri vecchi superando le loro classiche armi di difesa-offesa, basate sulla distruzione fisica dei corpi.
Il colonnello, già amico e sodale del nostrano B., potrà pure macellare la sua gente per qualche ora o giorno ancora, ma oramai è anche lui un morto che cammina, siatene certi .
I video e le cronache delle nefandezze che compiono i suoi sostenitori mescolati a non ben precisati mercenari fanno il giro del mondo in diretta suscitando quella reazione emotiva che tanto aspetta chi gli  ha gettato l'esca.


 dell'opponente come esemplare deterrente a non osare,mentre invece le nuove tecniche di guerriglia mediatica non violenta si basano sulla immediata visibilità planetaria che consentono le nuove tecnologie della guerra in monitor, dove un video può essere più distruttivo di un razzo.
Nel senso che potrà
Il disegno è chiaro: Si vogliono sfaldare i vecchi ordinamenti, gli establishment o status quo genericamente noti come Stati per sostituirli frastagliati e rimpiccioliti in micro-aree che renderanno conto al nuovo potere, il Nuovo Ordine Mondiale che sta marciando a pieno ritmo verso la meta della sua realizzazione e consacrazione, che sarà tanto eclatante quanto demoniaca.
Esiste una mano neanche tanto occulta nella regia di quelli che sono gli avvenimenti che rischiano di incendiare il mondo e gettarci nel cosidetto "scontro di civiltà" dove alla fine saranno i crani spaccati dalle pietre a decretare chi sarà il più civile...
Ah,dimenticavo...facile pre-vedere i movimenti di questo vento di finta primavera, a ben fiutare ne sento l'effluvio portato assieme all'eco dei tam-tam delle dune, vicino,molto più vicino di quello che pensate...
Vero, signor Silvio?

Nessun commento:

 
http://www.net-parade.it/images/blogspotcom2.png